Content

Accesso all'acqua pulita, agli impianti sanitari e all'igiene nella regione di Menabe (Madagascar)

Breve descrizione:
A causa della difficile situazione politica, delle carenti infrastrutture nelle regioni rurali e dei costi troppo eleveti, la fornitura idrica in Madagascar non è sufficientemente sviluppata. Ai comuni mancano le capacità e i mezzi per ammodernare gli impianti esistenti - spesso non adeguati alle necessità - e realizzare nuove perforazioni. Il progetto sostiene gli attori locali affinché condividano le risorse idriche disponibili secondo criteri di equità sociale all'interno delle proprie comunità, le gestiscano in modo economicamente efficiente e le utilizzino in maniera ottimale. Inoltre, vengono limitati gli effetti dei cambiamenti climatici.

Indicazioni sulla regione del progetto:
La fornitura idrica in Madagascar è decentralizzata, dunque compito dei comuni. Tuttavia, le deboli strutture statali, la mancanza di mezzi tecnici e finanziari, così come l'insufficiente partecipazione del settore privato fanno sì che attualmente nell'area di progetto solo il 46% della popolazione abbia accesso all'acqua pulita. Inoltre, mancano quasi completamente gli impianti sanitari e la maggiorparte delle persone conosce ben poco in merito alle regole igieniche. I comuni sono deboli a causa dell'inadeguato sostegno da parte del governo, il settore privato non è coinvolto in alcun modo nella fornitura idrica e la popolazione è molto povera. Il 90% delle malattie diarroiche tra la popolazione è direttamente riconducibile al consumo di acqua sporca, che causa il 17% della mortalità infantile.

 

 

Indietro alla lista progetti

 

Organizzazione: HELVETAS Swiss intercooperation

Paese: Madagascar

Inizio: fase I: 2014

Fine: 2017

Città / Paese: Villaggio

Osservazioni: Madagascar, regione di Menabe, distretto di Miandrivazo. Nella prima fase il progetto opera in tre comuni.

Numero beneficiari: 16500 persone

Fondi necessari: CHF 233'600

Fabbisogno: CHF 109'752