Content

Accesso all'acqua potabile e promozione delle buone pratiche di igiene ad Hawassa, Etiopia

Pertinenza del progetto

Secondo il contesto, ampiamente descritto dalla documentazione presentata, gli obiettivi e le attività appaiono molto utili e pertinenti nel contesto periurbano di Hawassa. Analogamente a molte grandi metropoli, le aree periurbane di Hawassa sono abitate da un grande numero di persone che vivono in condizioni molto precarie nonostante la presenza di reti pubbliche e la relativa vicinanza ai quartieri più agiati. L’intervento proposto consente pertanto di lavorare su un elevato numero di individui con sforzi relativamente contenuti.

Attendibilità degli obiettivi del progetto

Gli obiettivi del progetto, chiari e facilmente misurabili, appaiono ragionevoli e ben proporzionati alle attività proposte. Anche i tempi di progetto sono sufficientemente lunghi da permettere un buon accompagnamento, a favore della sostenibilità delle azioni.

Realizzazione

Chi scrive ritiene l’approccio proposto pertinente e adatto agli obiettivi che si intende perseguire. Le attività, svolte su più livelli, coinvolgono tutti gli attori pubblici e privati. La scelta di adottare tecnologie a basso costo per la produzione locale di cloro, e di affiancare a questa attività un approccio basato sul business sociale appare molto interessante e da sostenere. Anche la scelta di lavorare a fianco dell’azienda pubblica che gestisce l’acquedotto esistente, con il supporto della locale università, permette potenzialmente di sviluppare nuove attività e sinergie senza dubbio interessanti.

Risultati attesi

Il contesto di progetto descritto nella documentazione presentata lascia supporre che ci siano buone possibilità di generare un cambiamento durevole. Il coinvolgimento della azienda pubblica locale (già esistente e funzionante, seppure con i limiti che il progetto intende in qualche modo colmare) permette di utilizzare una struttura tecnica e amministrativa esistente. Inoltre, la creazione di nuove imprese sociali per la costruzione dei serbatoi e la produzione locale di cloro permetterà potenzialmente di creare degli introiti utili all’autosostentamento delle attività.

Opportunità e rischi

Il progetto prende spunto da una analisi di contesto sviluppata da SUPSI e ETHZ nell’ambito di un lavoro di Master che ha permesso di ottenere un ritratto approfondito della situazione, dei problemi esistenti e degli attori coinvolti. Questo costituisce un buon punto di partenza per la riduzione dei rischi. La documentazione presentata contiene comunque una buona sintesi dei maggiori rischi potenzialmente presenti e delle relative misure di controllo che appaiono adeguate. La conoscenza del contesto, garantita o almeno facilitata dallo studio citato sopra, favorirà riduzione dei rischi.

Rapporto costo/beneficio

Il costo pro capite del progetto appare contenuto, grazie alla elevata densità che garantisce il contesto di lavoro. Inoltre, le attività proposte sono bilanciate ai risultati attesi.

Osservazioni

Il progetto nel complesso appare molto interessante e ben concepito, basato su uno studio del contesto che costituisce una ottima baseline per la programmazione delle attività e la valutazione dell’impatto del progetto. Le possibilità che il progetto incida favorevolmente e in maniera duratura appaiono elevate.

Consigli

Si raccomanda di sostenere il progetto promosso da SAED Etiopia e SUPSI.

Seconda opinione di

Giacomo Ghielmi, Commissione Tecnica FOSIT, Lugano, email: ghielmi.giacomo@gmail.com

 

 

Indietro alla lista progetti

 

Organizzazione: Associazione SAED Etiopia

Paese: Etiopia

Inizio: 01.04.2019

Fine: 31.03.2022

Città / Paese: Città, Villaggio

Osservazioni: Osservazioni Il progetto prende in considerazione diverse comunità che spaziano da quartieri urbani/periurbani a comunità rurali.

Numero beneficiari: 10000 persone

Fondi necessari: CHF 165'000

Fabbisogno: CHF 165'000